CALABRIA

Narrazione del patrimonio urbano: Photovoice & Cultural Gems
Grazie ad un laboratorio di co-visioning e narrazione del patrimonio e del paesaggio urbano, realizzato in collaborazione con il dipartimento di Architettura e Territorio (dArTe) dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, studenti e studentesse del Polo Turistico dell’Istituto Tecnico Statale Economico R. Piria-G. Ferraris-A. Da Empoli di Reggio Calabria hanno imparato come impostare una narrazione del patrimonio urbano utile al turismo sostenibile, utilizzando il metodo Photovoice e lo strumento Midjourney.

NEB: Asse 2 – Ridare il senso di appartenenza ai luoghi
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.


CAMPANIA

Ri-connettiamoci
Grazie alla collaborazione con ‘Nsea yet – Educazione ambientale e economia circolare e Open House Napoli, gli studenti e le studentesse del Liceo Ginnasio Statale Gian Battista Vico di Napoli hanno partecipato a laboratori di co-progettazione e organizzazione di attività ed eventi nelle aree verdi del territorio mirati alla riflessione sull’accessibilità, sull’inclusione e sulla sostenibilità, in particolare all’interno del Parco Viviani e del Parco dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Tra le attività svolte, evidenziamo le passeggiate esplorative e le soundwalk “passeggiate sonore” nei giardini, la piantumazione e realizzazione di fioriere, l’organizzazione di eventi di danza, yoga, letture, musica, giochi e riciclo, per vivere i “luoghi ritrovati” da protagonisti e cittadini attivi.

NEB: Asse 1 – riconnettersi con la natura; Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; Asse 3 – dare priorità a luoghi e persone che ne hanno più bisogno

AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 10 – Ridurre le disuguaglianze all’interno e tra i paesi; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili; 15 utilizzo sostenibile della terra.


EMILIA ROMAGNA

Ucraina e nuovo Bauhaus europeo: il patrimonio da salvare
Grazie alla collaborazione con La prof.ssa Giulia Maria Isabella Lami, docente di Storia del paesi Slavi e dell’Europa Orientale all’Università di Milano, gli studenti e le studentesse del liceo Alberghetti di Imola hanno approfondito le cause dell’attualissimo conflitto Russo-Ucraino. Inoltre, dopo aver partecipato ad un seminario incentrato sul patrimonio storico artistico dell’Ucraina e sui fondi che il New European Bauhaus prevede di destinare alla ricostruzione di buona parte delle città e dei comuni colpiti durante il conflitto, i ragazzi hanno realizzato un volume informativo (scaricabile gratuitamente online) dedicato a questa tematica.

NEB: Asse 3 – dare priorità a luoghi e persone che ne hanno più bisogno 

AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 10 – ridurre le disuguaglianze: ridurre le disuguaglianze all’interno e tra i paesi; 16 Pace e giustizia: Promuovere società pacifiche e solidali per lo sviluppo sostenibile, garantire l’accesso alla giustizia per tutti e costruire istituzioni efficaci, responsabili e solidali a tutti i livelli.


LAZIO

Non per gioco – Game design per promuovere il patrimonio
Grazie alla collaborazione con l’Associazione IVIPRO – Italian Videogame Program, gli studenti e le studentesse del Liceo Artistico Caravaggio di Roma si sono avvicinati alla promozione del patrimonio storico-artistico e paesaggistico del corso del fiume Tevere tramite lo strumento videoludico, e in particolare il game design per il territorio. Prodotto finale del laboratorio è la realizzazione, tramite il disegno digitale, della documentazione di progetto (One Sheet Summary e Ten Page Document) di due visual novel interattive “Albula” e “Mysteria Tiberis”, il cui obiettivo sarà sensibilizzare i giocatori alla protezione e alla valorizzazione del fiume cittadino. Nonostante i differenti stili narrativi e le diverse dinamiche di gioco, da entrambi i game design document emerge anche una forte attenzione, da parte di studenti e docenti, ai temi dell’inquinamento delle acque, della riserva idrica e della riappropriazione del patrimonio naturale che il Tevere rappresenta per la città di Roma: il videogioco può trasformarsi in efficace risorsa per raccontare il territorio e la realtà che ci circonda!

NEB: 1 – riconnettersi con la natura; Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 6 – acqua pulita e servizi igienico-sanitari; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili; 13 – lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.


LIGURIA

Lanterna 2030: Beautiful, Sustainable, Together 
Grazie alla collaborazione con PHAROS – Light for HERITAGE  e alla consulenza del Systemic Design Research & Education Center del Politecnico di Torino, gli studenti e le studentesse del Liceo Statale P. Gobetti di Genova sono stati coinvolti nella progettazione di un percorso che, dalla zona ovest della città di Genova, condurrà  al Complesso monumentale della Lanterna e che, nel suo prosieguo, prevederà un sistema di wayfinding permanente, che dal centro storico della città (zona est) conduce al faro. Ispirazione dei laboratori è il concetto di “rammendo urbano” di Renzo Piano e, nello specifico, l’idea di ricucire i rapporti tra il quartiere periferico di Sampierdarena e il Sistema dei Palazzi dei Rolli, dichiarato nel 2006 Patrimonio Mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Partner dell’iniziativa sono Mu.Ma – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, MEI Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana, Torre de Hércules – Patrimonio de la Humanidad, Municipio II Centro-Ovest, Ville Storiche di Sampierdarena, Le Strade Nuovee il Sistema di Palazzi dei Rolli – Ufficio UNESCO.

NEB: Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; Asse 3 – dare priorità a luoghi e persone che ne hanno più bisogno 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 10 – Ridurre le disuguaglianze all’interno e tra i paesi; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.


LOMBARDIA

Cercando cultura – i tesori di Bergamo e Brescia
Gli studenti e le studentesse del Liceo Linguistico Cristoforo Marzoli di Palazzolo sull’Oglio sono stati coinvolti nel mondo della progettazione culturale imparando ad organizzare una serie di cacce al tesoro, destinata ad un pubblico coetaneo, alla scoperta del patrimonio delle città di Bergamo e Brescia, unite dalla nomina di Capitali Italiane della Cultura 2023. La formazione ha incluso tutte le fasi di realizzazione degli eventi, compresa la comunicazione tramite siti web e social network, la realizzazione di grafiche e locandine, la ricerca di sponsor, la definizione del budget e del diagramma di grantt, permettendo ai ragazzi e alle ragazze di acquisire competenze trasversali utili in un’ottica di inserimento nel mondo lavorativo.

NEB: Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili; 17 – Rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.


MARCHE

RigenerAzione 2.0
Grazie alla collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche (DICEA) e con Università degli studi di Macerata, Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo, gli studenti e le studentesse del Liceo Scientifico G. Galilei, Macerata, hanno svolto attività pratiche di digitalizzazione e virtualizzazione del patrimonio culturale (realizzazione di modelli 3D e realtà aumentata), per poi implementare la visita virtuale del sito culturale di Borgo Villa Ficana (MC) attraverso due strumenti di comunicazione: l’APP ScoolAR e i software online Thinglink e Marzipano. La prima soluzione consente la duplice esperienza di navigazione virtuale e visualizzazione in realtà aumentata attraverso l’uso di smartphone inseriti all’interno di visori realizzati in carta. La seconda opzione permette la condivisione del tour virtuale per mezzo di link e vivere l’esperienza in qualsiasi dispositivo dotato di monitor sia in modalità online che offline. Output finale del laboratorio è rappresentato un tour virtuale completo del sito culturale di Borgo Villa Ficana. Grazie all’impiego della camera-360°, oltre alla raccolta di informazioni presso il sito, è stato realizzato un vero e proprio percorso digitalizzato del Borgo, mettendo in evidenza i punti di interesse e inserendo contenuti utili ad approfondire la conoscenza del quartiere: nuove tecnologie al servizio del patrimonio!

NEB: Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 9 Costruire un’infrastruttura resiliente, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e sostenere l’innovazione; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.


PIEMONTE

Creative Cities Network 
Grazie alla collaborazione con la Cattedra UNESCO in Economics of Culture and Heritage: strategies for protection and development dell’Università degli Studi di Torino, AIGU Piemonte ha realizzato un progetto EDU ACADEMY destinato agli studenti dell’Università degli Studi di Torino, finalizzato ad approfondire la conoscenza dell’UNESCO Creative Cities NETWORK e in particolare la realtà delle Città Creative piemontesi: Torino (design); Alba (gastronomia) e Biella (Artigianato, arte e tradizioni popolari). Output del laboratorio è stato il supporto che gli studenti e le studentesse hanno fornito al gruppo regionale AIGU Piemonte in alcune fasi organizzative dell’Italian Youth Forum, tenutosi a Torino ad aprile 2023. Grazie al loro supporto sono stati realizzati: materiale illustrativo, presentazione Power point, gestione degli inviti alle associazioni del territorio e sviluppo della rete di riferimento sul territorio.

NEB: Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 9 Costruire un’infrastruttura resiliente, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e sostenere l’innovazione; 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili; 17 – Partnership per gli obiettivi: rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.


SICILIA

La dieta condivisa
Studenti e studentesse dell’Istituto Comprensivo Francesco Riso di Isola delle Femmine in provincia di Palermo, sono stati coinvolti in un laboratorio sulla Dieta Mediterranea, riconosciuta come patrimonio immateriale dall’UNESCO. Obiettivo del percorso è la sensibilizzazione alla conservazione e alla trasmissione di antichi saperi e tradizioni, legati ad uno stile di vita condiviso nel bacino del Mediterraneo, che rappresenta un unicum per ricchezza in biodiversità. Prodotto finale del laboratorio sono stati i ricettari degli studenti (panelle e crocchè e caponata, tra i primi pasta al pomodoro e pasta con acciughe, tra i secondi involtini di carne e orata al forno, insalata mista come contorno e cannolo come dolce) e la preparazione delle pietanze tradizionali al fianco di uno chef, con relativa valutazione nutrizionale delle componenti gastronomiche: rosticceria tipica siciliana e pane.

NEB: Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; 
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 2 – Sconfiggere la fame: porre fine alla fame, garantire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile; 3 – buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.


TRENTINO-ALTO ADIGE

Flussi
Studenti e studentesse del Liceo artistico-indirizzo grafico Pascoli di Bolzano hanno approfondito la conoscenza delle complessità che caratterizzano lo sviluppo urbano bolzanino attraverso il caso-studio del quartiere CasaNova. Sorto in una zona storicamente rilevante, questo innovativo eco-quartiere composto da CaseClima (Klimahaus) gestite da IPES, Istituto per l’Edilizia Sociale dell’Alto Adige, infatti, è anche contraddistinto dall’elevata fragilità socio-economica dei suoi abitanti. 

A partire da incontri teorici con esperti e da una visita esclusiva degli interrati, i ragazzi e le ragazze hanno concepito e realizzato un mini-documentario, ispirato a Human (2015) di Yann Arthus-Bertrand. Riprese realizzate tramite droni e diverse interviste one-to-one raccontano dunque, per mezzo creativo, le riflessioni sviluppate intorno alla tematica dello sviluppo urbano ed extraurbano altoatesino, come incrocio di geografie socio-culturali e di storie diverse di mobilità.

NEB: Asse 1 – riconnettersi con la natura; Asse 2 – ritrovare il senso di appartenenza con luoghi e paesaggi; Asse 3 – dare priorità a luoghi e persone che ne hanno più bisogno.
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; OSS 9 – Costruire un’infrastruttura resiliente, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e sostenere l’innovazione ; OSS 11 – Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.


VENETO

 Recycl-ink
Grazie al partner Hubergroup Italia, gli studenti e le studentesse dell’I.I.S. Umberto Masotto di Noventa Vicentina hanno riflettuto sul tema dell’economia circolare attraverso la conoscenza di diversi approcci alla progettazione del packaging alimentare (in particolare l’uso degli inchiostri) e al loro utilizzo consapevole. Hanno discusso con la classe su come sia possibile adattare alla natura i modelli industriali, convertendo i processi produttivi e assimilando i materiali usati a elementi naturali, che devono quindi rigenerarsi (sistema noto come “Cradle to Cradle” – C2C). Le riflessioni dei ragazzi sono confluite nel podcast di loro produzione condiviso sul canale Spotify dell’Istituto Scolastico – “Masotto in Podcast”, per sensibilizzare i giovani al tema trattato.

NEB: Asse 1 – riconnettersi con la natura
AGENDA 2030: OSS 4 – Istruzione di qualità; 9 – innovazione e infrastrutture: costruire infrastrutture solide, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire l’innovazione; 12 – utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.